4 December 2016

L'ultimo passo dell'A.P.P.I.

Se è vero che ogni viaggio inizia con il primo passo, è anche vero che deve finire con l'ultimo: questo è senz'altro uno degli ultimi da compiere.

In questi anni l'Associazione Paleontologica A.P.P.I. ha fatto passi davvero da gigante: chi è con noi dal principio ricorderà i primi incontri di Parma, contraddistinti da un tono familiare e amichevole che ha posto lo standard per tutti quelli a venire. Avrà visto l'Associazione crescere ed espandersi su tutto il territorio nazionale, organizzare eventi importanti e coinvolgere sempre più persone, sia da una parte che dall'altra del palcoscenico. Sorriderà pensando a quei primi numeri della nostra News e a come questa si sia evoluta nel tempo, per quantità e qualità.

In tutti questi anni sono stati gettati, fiduciosamente, molti semi. Tanti hanno dato i loro frutti: grazie a un gruppo affiatato e appassionato siamo diventati sempre più un punto di riferimento sia per gli appassionati che per gli addetti ai lavori, abbiamo creato una rete di collaborazioni che ha contribuito a finanziare direttamente la ricerca e abbiamo sviluppato una mostra dal potenziale forse unico al mondo.

Tuttavia, col passare del tempo, tante cose possono cambiare anche radicalmente.
Non è questo però il momento di recriminare: è giusto pensare a cosa sia andato a segno, ai successi raggiunti e ai traguardi tagliati, che non sono pochi.

Ho fondato questa associazione perché in Italia non esisteva praticamente nulla che potesse collegare con un filo diretto un appassionato come lo ero stato io al mondo della paleontologia, l'ho vista nascere e crescere dal nulla: non è quindi a cuor leggero che mi ritrovo a scrivere queste righe.

Giungere però alla decisione di sciogliere l'A.P.P.I., decisione avallata anche da coloro che in questi anni erano più addentro alle questioni organizzative e gestionali dell'associazione e votata all'unanimità da parte del Consiglio Direttivo, è stato necessario, anche se doloroso.

Dal vuoto lasciato dall'A.P.P.I. potranno e dovranno nascere altre realtà che ne occupino la nicchia, anche se io non ne sarò parte: con questa esperienza si conclude, almeno per ora, la mia avventura nel mondo della paleontologia iniziata 31 primavere fa, quando ancora bambino guardavo affascinato le illustrazioni di un libro sugli animali preistorici.

Grazie a tutti voi per questi anni così intensi.


Il Presidente
Alessandro Carpana